?Cosa fare?

La sinistra è praticamente sparita da Parlamento.

A nulla giova sapere che, ora, il 25% dei italiani si dice dispiaciuto dell’accaduto.

(Solito pianto del coccodrillo!).

Adesso ci domandiamo chi rappresenterà i bisogni dei disoccupati, dei precari, degli emarginati e di tutte e categorie a rischio??? Chi sarà la coscienza critica del nostro Paese? Chi vigilerà sui delicati equilibri del nostro sistema democratico?

Il piatto della bilancia pesa da una sola parte. A destra!

 

Cosa possiamo fare ora?

Peraltro in Sardegna la sinistra è ben presente a livello territoriale, amministrazioni dove il consenso politico ha una matrice assai differente.

 

L’arcobaleno continuerà ad esistere?

Sarebbe meglio andare tutti per la propria strada?

Gettare la spugna?

O, forse, sarebbe più opportuno ricercare delle nuove alleanze, con partiti e gruppi che hanno un comune denominatore?

Penso ai verdi, sardisti, socialisti, radicali e ai comunisti.

 

Apriamo una discussione e fateci sapere cosa ne pensate?

Un cordiale saluto a tutti.

Redazione de Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 1 =