La Sardegna esporta strategie didattiche e metodologie nello Stato di Bahia


Si è recentemente conclusa la missione di due scuole sarde a Salvador de Bahia (Brasile). Le scuole che hanno partecipato sono l?Istituto Professionale di Stato Sandro Pertini di Cagliari e il Liceo Polivalente di Bosa grazie al Progetto Sardegna/Bahia realizzato dal Prof. Roberto Copparoni in collaborazione con l?Associazione non governativa ?Amici di Sardegna?.
Il gruppo era composto oltre che dai rispettivi Dirigenti Scolastici, “Antonio Giovanni Chessa” per il Pertini e “Emma Cucca Contu” per il Liceo di Bosa e sei docenti accompagnatori, da una trentina di alunni opportunamente selezionati fra i più meritevoli dei diffenti corsi di studio.
Nel corso del soggiorno sono stati tenuti una serie di convegni presso le più prestigiose Università di Salvador, fra cui: Università FIB (Facultade Integrada do Bahia), FACTUR (Facultade de Turismo) e Visconde de Cairu (la più antica Università dello Stato di Bahia).
Sono stati realizzati degli incontri sui temi: ?Turismo sostenibile? ?Cooperazione allo sviluppo? a cui hanno partecipato qualificate rappresentanze accademiche e politiche alla presenza di un folto pubblico di studenti e di operatori di settore.
Un importante incontro si è avuto presso l?OAF, Organizzazione di Ausilio Fraterno di Salvador, fondata e diretta da Padre Clodoveo Piazza, ex Ministro delle Politiche sociali del Governo di Bahia, che lo scorso anno è stato in visita in Sardegna tenendo, fra l?altro, una conferenza presso l?Aula Magna dell?Istituto Pertini di Cagliari.
Nel corso della visita durata circa tre ore sono stati visitati decine di aule e di laboratori e strutture di accoglienza per i minori abbandonati del grande Campus realizzati, da Padre Piazza, in circa trent?anni di attività.
Il giorno seguente la Delegazione della Sardegna è stata ricevuta dal Dott. Giovanni Vincenzo Pisanu (originario di Mores) Vice Console d?Italia che, presso la prestigiosa sede consolare a Salvador, ha voluto intrattenersi con gli alunni per circa due ore, sucitando in loro un grande interesse e partecipazione, parlando con grande competenza delle problematiche socio economiche dello Stato brasiliano e delle oppotuntà di cooperazione per la Sardegna.
Uno dei momenti più significativi che la Delegazione ha avuto è stato l?incontro con la Missione ?Cuore di Maria?, del Paese di Amèlia Rodrigues, creata 40 anni fa da Suor Felicina Ferrari, dove sono ospitati circa 600 bambini che, nel corso della visita, hanno splendidamente accolto la Delegazione della Sardegna, in una cornice di generale gioia e di sentita commozione.
Inoltre, sempre nella stessa giornata, si è tenuto un incontro presso il locale Municipio alla presenza del Sindaco, Paolo Falcao, della Giunta, delle autorità locali e di molti residenti, dove sono stati illustrati gli obiettivi della missione in Brasile e la disponibilità a collaborare con il Progetto ?Solidarietà Senza Confini? che dal 2003 alcune Associazioni della Sardegna stanno portando avanti in questa area depressa con la legge regionale 19/96 che dall?anno scorso, esclude da ogni tipo di sussidio i Paesi dell?America Latina, a nostro avviso ingiustamente.
L?Istituto Pertini ha inoltre perfezionato alcuni importanti accordi di collaborazione con la FACTUR e la FIB che, fra l?altro, prevedono l?invio di alcuni docenti del settore Turistico, Sociale e dell?Abbigliamento e Moda al fine di trasferire le innovative strategie didattiche che vengono normalmente praticate in questo Istituto professionale di eccellenza che, per primo in Italia, è riuscito ad instaure una fattiva collaborazione con le Università dello Stato di Bahia.
Fra le tante cose importanti che questo viaggio ha permesso di conoscere resta il desiderio di tutti i partecipanti a chè le autorità politiche ed istituzionali della Sardegna possano dare finalmente un significativo aiuto a questo impegnativo e affascinante progetto chiamato ?Sardegna/Bahia? che, anche in considerazione dei risultati ottenuti, senz?altro merita maggiore considerazione.

Cagliari 06/04/07

Nella foto le Delegazioni dell’Istituto Professionale Pertini di Cagliari e del Liceo di Bosa presso l’ingresso del Palazzo del Governatore dello Stato di Bahia

2 commenti su “La Sardegna esporta strategie didattiche e metodologie nello Stato di Bahia”

  1. complimenti vivissimi per il blog. Ho notato tra l’altro (spero di non sbagliarmi) che realizzate un anno di pubblicazioni, auguroni.
    Leggendo il vostro moto mi sorge spontaneo esprimere una mia piccola opinione. Credo che per far crescere la Sardegna nel mondo sia necessaria una solo cosa (che non è estremismo come a primo impatto potrebbe sembrare) chiamata indipendenza. Per me rimane sinonimo di apertura e credo sia l’unico modo per dare la Sardegna un peso (economico, politico etc) reale sia in Europa che nel mondo. Norabonas, Bruno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 5 =