Riscopriamo la nostra città è un atto di amore, un atto dovuto…

Come è noto, spesso si preferisce porre l’interesse e l’attenzione sui luoghi lontani e stranieri, anzichè conoscere prima il proprio territorio, il suo ambiente e la sua storia. Molti di noi non sanno o non vogliono comprendere quanto importante sia la conoscenza di tutto questo e di quali devastanti effetti derivino alle nostre generazioni dalla non conoscenza del proprio territorio. In effetti la consapevolezza, il sano senso di identità e di appartenenza e l’autodeterminanzione nascono proprio da queste cose. Oggi si tende a non affezionarsi più ai luoghi e a non conoscere la storia e le persone. Per questo con un gruppo di amici e appassionati abbiamo deciso di dare vita ad un comitato per la conoscenza, recupero e valorizzazione di uno dei luoghi più cari alla storia di Cagliari, ovvero  il compendio storico, archeologico e ambientale di Santa Igia, delimitato da un lato dal rione di Sant’Avendrace e dalle colline di Tuvixeddu a nord e dalla laguna di Santa Gilla a Sud. L’esatta ubicazione dell’area in esame ricade fra via San Paolo, Campo Scipione, via Po, via Brenta fino a giungere alla località chiamata “fangario”. Quanto prima presenteremo alcune delle nostre iniziative con la speranza che le attività programmate richiamino l’interesse di tante persone, tutte legate da un comune desiderio: Dare a tutta questa area quel giusto risalto che merita e per evitare che i cumuli di rifiuti siano presto sovrastati da nuove e devastanti costruzioni che cancellerebbero senza rimedio queste importanitissime vestigia che testimoniano l’inininterrotta presenza dell’uomo per migliaia di anni, dal neolitico all’era giudicale…A presto dunque e diamoci da fare per svegliare le menti e i cuori di questa bellissima città!

Anche per questo domani mattina (domenica 28 aprile) alle ore 9,00 ci incontreremo in piazza Matteotti sotto la pensilina di ingresso della Stazione delle Ferrovie per effettuare una visita guidata nei luoghi più suggestivi ed inediti del compendio lagunare di Santa Gilla. Il rientro è previsto per le ore 13,00. Gli spostamenti si effettuano con il proprio mezzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − sei =