Una grande successo

Sabato 2 e domenica 3 maggio si è tenuta la manifestazione Monumenti aperti.

Fra i monumenti più visitati c’è stata la "Scala di Ferro", affidato dall’organizzazione e dalla Soprintendenza archeologica di Cagliari all’Istituto Pertini che, ha partecipato con alcune classi.

Ecco alcune immagini della manifestazione che ha richiamato oltre 3000 visitatori.

Gli alunni sono stati preparati dal Prof.ssa Anna Maria Marrocu e dallo scrivente con la collaborazione dell’Associazione Amici di Sardegna in persona dell’esperta di storia e archeologia Roberta Pistis.

Complimenti ragazzi siete stati davvero bravi.

Tutti hanno infatti apprezzato le guide e il servizio di accoglienza.

 

 

Un commento su “Una grande successo”

  1. Egregio Signore, esattamente in quei giorni,avendo la possibilità di un soggiorno nella bella Cagliari, abbiamo provato a fare la fila per la Scala di Ferro,ma era veramente lunga;sarà il sole cocente,sarà l’impazienza di altri amici della brigata turistica,in poche parole non la abbiamo potuta visitare.L’organizzazione era senz’altro perfetta ,non abbiamo notato in quell’ora circa di tentata fila alcun tentativo di furbe prevaricazioni,il che ci faceva pensare ad una organizzazione perfetta.Saremmo ben felici di poterla visitare anche in fine settimana normali,e questo è un punto dolente per molte amministrazioni viste le forze di volontari di cui dispongono.Un piccolo appunto che se ritiene opportuno, potrà sviluppare;siamo rimasti sconcertati della condizione in cui giace un altro meraviglioso monumento,facile da visitare grazie anche alla squadra di gentilissime guide.Tratto del Cimitero Monumentale Del Colle di Bonaria,mi creda sarebbe opportuno non presentarlo come monumento aperto ,ma come meraviglioso museo ricco di tante opere,vergognosamente in stato di abbandono con zone pericolanti da almeno trenta anni,questo glielo posso dire grazie alla mia specializzazione nella materia.Ritengo assurdo che chi è preposto alla sua tutela abbia avuto il coraggio e la sfrontatezza di presentarlo in questa occasione,un vero autogol. Distintamente. Arch. Lorenzo D’Agostini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *