APPELLO AL VOTO

In Italia c’è bisogno di una grande forza ecologista che sappia parlare a tutti superando le barriere ideologiche che hanno diviso il paese.
I nuovi Verdi hanno avviato un profondo cambiamento per essere più vicini alle posizioni dei Verdi europei che hanno ottenuto successi significativi. Alcuni mesi fa, in una manifestazione contro l’inquinamento a Taranto, alcuni studenti portavano un bellissimo striscione su cui c’era scritto: ‘Né di destra né di sinistra ma solo aria fresca’. Ecco i nuovi Verdi vogliono parlare a tutti i cittadini perché l’ecologia, la qualità della vita, la salute, riguardano tutta la popolazione.

Vogliamo – se ci darete fiducia con il vostro voto – contrastare lo smog nelle nostre città, vera e propria emergenza sanitaria dimenticata dal governo, non attraverso i blocchi del traffico la domenica, ma, al contrario, con un forte potenziamento del trasporto pubblico.

Con gli 8 miliardi di euro del Ponte sullo Stretto di Messina si potrebbero realizzare 90 km di metropolitana, 670 km di tramvie e acquistare 25.000 autobus ecologici.

Il governo ha deciso di riportare il nucleare in Italia, calpestando l’esito di un referendum popolare e ha nascosto in tutti questi mesi i siti dove vuole realizzare le centrali, perché ha paura di un voto negativo alle elezioni regionali. Il ritorno al nucleare costerà agli italiani oltre 30 miliardi di euro che tutti noi pagheremo con un aumento delle bollette.

Dobbiamo puntare sull’energia solare che il governo sta contrastando perché il sole è gratis e non permette alle lobby di fare affari alle spalle dei cittadini. Vogliamo promuovere le rinnovabili, il risparmio e l’efficienza energetica, perchè da questi settori si potranno creare, subito, 500.000 nuovi posti di lavoro. Vogliamo più sicurezza alimentare sulle nostre tavole e zero OGM, per difendere i nostri prodotti agricoli di qualità e il made in Italy agroalimentare, che tutto il mondo ci invidia.

Il centrodestra ha deciso di privatizzare l’Acqua. Dovremo pagare tariffe più alte per garantire i profitti a chi acquista le concessioni. Noi vogliamo che l’acqua continui ad essere un bene comune, di tutti e non di qualcuno, e per questa ragione abbiamo promosso, insieme a tante associazioni, un referendum per fermare la privatizzazione.

L’Italia ha bisogno di una scossa. Bisogna portare nelle istituzioni gente per bene, pulita, perché l’attuale governo sta legalizzato l’illegalità.

Berlusconi vuole privare i magistrati di uno strumento fondamentale per le indagini come le intercettazioni, senza le quali non avremmo mai saputo che la notte del terremoto in Abruzzo dei farabutti ridevano perché avrebbero avuto gli appalti per la ricostruzione.

La legge sul legittimo impedimento, approvata di recente, in realtà significa la legge è uguale per tutti tranne che per il Presidente del Consiglio. Hanno approvato la depenalizzazione degli scarichi industriali nelle acque dei fiumi e vogliono liberalizzare la caccia per far sparare tutto l’anno.

In Italia c’è bisogno dei Verdi. Dei nuovi Verdi. Il 28 e 29 marzo vota Verdi cerca il ‘Sole che ride’ nella scheda elettorale della tua regione…. il tuo sarà un voto pulito.

Angelo Bonelli
Presidente dei Verdi

2 commenti su “APPELLO AL VOTO”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − dodici =