Che bello riscoprire insieme le nostre radici!

Come molti di voi sapranno il 1° e il 2 gennaio abbiamo organizzato delle passeggiate culturali sui due colli, Sant’Elia /Sella del diavolo e Sant’Ignazio. Alcune centinaia di persone hanno condiviso questi momenti contribuiendo ciascuno per la propria parte al pieno successo delle iniziative.

Nell’escursione del 1° gennaio  abbiamo dato vita anche alla prima Associazione turistico culturale Pro Loco di Cagliari, brindando sul colle di Sant’Elia e, per l’occasione, scoprendo insieme un sito archeologico, che mi risulta non essere conosciuto e mai studiato. Trattasi del basamento di una costruzione a pianta rettangolare caratterizzato dalla presenza di grossi blocchi di calcare bianco squadrati che sono stati fotografati nella speranza che le autoirità proste si attivino per le ricerche del caso.

In effetti sarebbe davvero bello che tutta questa area venisse valorizzata. Certamente non con l’invasivo cemento ma attraverso delle campagne di scavo e di valorizzazione intergrata a fini di fruizione turistico culturale. Chissà se interverranno? Si allega al presente comunicato l’avviso di costituzione della Pro loco di Cagliari

 

Nasce
a Cagliari la

“Associazione
turistica culturale Pro loco di Cagliari”

Avviso
pubblico di costituzione

In
considerazione della grande valenza turistico culturale che la
città di Cagliari possiede si è reso necessario costituire un
sodalizio, fuori dalle appartenenza politiche, che sia in grado di
focalizzare queste tematiche e contribuire alla migliore conoscenza
della storia e della cultura del capoluogo regionale della
Sardegna.

La città di Cagliari merita più soprattutto in termini di
formazione, qualità della vita e di attività socio culturali.

Per questo motivo la Pro loco di Cagliari si prefigge di favorire la
valorizzazione funzionale dei tanti siti cittadini oggi trascurati
e fra questi: necropoli di Tuvixeddu, area di Sant’Avendrace,
Laguna di Santa Gilla, Stagno di Molentargius, Torre della IV
Regia, Torre del prezzemolo, Torre dei Segnali, Fortino di
Sant’Ignazio, il pomolo della Sella del diavolo, sistema collinare
di Sant’ Elia e cavità urbane dei quartieri storici.

Il fine è quello di liberare la cultura per favorire la crescita
socio economica di una collettività, in tutte le sue componenti.

Fanno parte del comitato costitutivo:

Amici
di Sardegna

Centro
Servizi Ambiente Sardegna

Aloe
Felice

Turisti
per Cagliari

Ambiente
Sardegna

Amici
Senza Confini

Gruppo
Speleologico Cavità Cagliaritane

Aquiloni
per la Vita

ADA
Cagliari

ANTEAS
Sardegna

Un.It.i
Cagliari

Per info:
amicidisardegna@tiscali.it
tel 070 651884. Comitato promotore Via Baronia 19 – 09121 Cagliari,
c/o Associazione Amici di Sardegna.

 

 

Tutti
coloro che fossero interessati a prendere parte del sodalizio sono
invitati a dare la propria adesione ai riferimenti su indicati.

Per la cronaca fra poco il pomolo della sella del Diavolo crollerà e così anche la parte restante della torre posta proprio sotto la suddetta sella.

In fin dei conti questo è uno dei simboli di Cagliari, come possiamo far finta di continuare a non vedere? Chi può faccia subito qualcosa prima che un altro pezzo della nostra memoria collettiva crolli nell’indifferenza del quotidiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 2 =