Un intollerabile degrado a Sant’Avendrace….aspettando l’apertura del Parco di Tuvixeddu

I Verdi di Cagliari da anni chiedono una valorizzazione integrata del quartiere di Sant’Avendrace e dell’area lagunare che, a pieno titolo, dovrebbe essere considerato vero centro storico di Cagliari. L’indifferenza con cui le amministrazioni comunali che si sono succedute in questi anni è oltremodo significativa. Un quartiere che potrebbe essere la porta di ingresso nobile della città è diventato un anonimo rione soffocato dal cemento e dal traffico, in cui anche le relazioni umane vengono sacrificate.
In questo contesto ci appare una ulteriore offesa al buon senso dei residenti la circostanza che il comune e la regione non abbiano ancora provveduto alla messa in sicurezza del sito archeologico di via Sant’Avendrace c/o l’ex cantiere Cocco.

Per richiamare l’attenzione della comunità i Verdi di Cagliari organizzano per sabato mattina 02/04 alle ore 9,15 un sit-in di protesta e di proposta di fronte all’ex cantiere affinchè venga pienamente fruita la parte della necropoli fenicio punica e romana presente nell’area indicata.

I Verdi auspicano la immediata apertura del parco archeologico e la bonifica di tutte le aree prospicienti come quella di vico II Sant’Avendrace, dove costantemente vivono dei senza tetto in pessime condizioni igieniche e sanitarie e le tombe romane sono un ricettacolo di rifiuti di ogni genere.

Si invita la popolazione a partecipare.

Con cortese richiesta di diffusione e/o divulgazione.

Ringraziano per la collaborazione si porgono cordiali saluti.

Ufficio stampa Verdi di Cagliari

Angelo Pili

Info 3403602365
redazioneap@gmail.com

Un commento su “Un intollerabile degrado a Sant’Avendrace….aspettando l’apertura del Parco di Tuvixeddu”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *