Un esempio di incoerenza nella PA.


 

 

Nei giorni scorsi è stato pubblicato nel sito della regione (http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_19_20070716121005.pdf) un bando per la procedura di ammissione al corso di II livello per "Mediatore/Mediatrice di Pace" (Peacekeeper) rivolto a giovani disoccupati e inoccupati da selezionare su di una serie di requisiti, fra cui aver avuto delle esperienze nei settori di riferiemento, attività di volontariato, nonché manifestare la propria volontà a partecipare a dei campi di lavoro in aree pericolose e fra queste aree vengono  citati espressamente il Sud America e l’Asia.

Ma se ben ricordo due anni, fa propio lo stesso Governatore Soru decise di modificare la Legge Regionale sulla cooperazione decentrata la n.19/96, escludendo dalle aree di intervento proprio l’America Latina e l’Asia dove, peraltro, da anni decine di organizzazioni di volontariato sarde lavoravano con ottimi risultati.

Poi, da un giorno all’altro, si decise di escludere questi continenti dalle sopra citate provvidenze.

 

Ora mi domando, che senso ha formare dei nostri giovani e mandarli proprio in quelle aree per formarsi e conoscere quando poi, stando così le cose…, non si avrà mai la possibilità di ricevere un euro per realizzare un progetto umanitario e incidere, anche se marginalmente, nel miglioramento delle condizioni di vita di queste popolazioni?

Non è un po’ demagocico tutto questo?

 

Un commento su “Un esempio di incoerenza nella PA.”

  1. Non c’è da meravigliarsi dell’incoerenza. Si pensi solo un attimo a quanto era importante la lingua e la cultura sarda almeno durante la campagna elettorale.

    Adesso, anzichè sostenerla, anche salvando la stampa periodica (non quotidiana)regionale con gli strumenti di legge che c’erano, ha di fatto sospeso “sine die” quasi tutti gli aiuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 11 =