visita-guidata-ogliastra

Visita guidata ai Tacchi d’Ogliastra e al Museo Maria Lai!

Domenica 19 aprile 2015 nuova escursione curata dall’ associazione “Amici di Sardegna ONLUS” e “Magia dei Tacchi” che grazie al lavoro e organizzazione di Sergio Podda organizza una giornata straordinaria tra i Tacchi d’Ogliastra: “trekking ambientale e trekking urbano tra le opere di Maria Lai“.

Scopriremo il piccolo comune di Ulassai e il suo territorio con le sue montagne dalle pareti verticali. Visiteremo alcune delle installazioni nel Museo all’ Aperto di Maria Lai, il laboratorio Tessile della Coop Su Marmuri, e il Museo della Fondazione Stazione dell’Arte con le opere di Maria Lai .

Per la prima volta una visita accompagnata al Museo all’Aperto di Maria Lai tra le vie del Borgo di Ulassai. Le visite proseguiranno tutto l’anno organizzate da Magia dei Tacchi.

Programma Escursione:

1a tappa – ore 9.30 – Trekking Taccu di Tisiddu:  

Incontro:  presso la Cooperativa Tessile Su Marmuri ai piedi dell’imponente “Tacco” Calcareo di Tisuddu.

Descrizione: In un contesto di selvaggio splendore un posto di primo piano spetta al suggestivo ed incantevole tacco di “Tisiddu” che si affaccia austero sul centro abitato di Ulassai, riflettendo sulle case la grandiosità delle sue vertiginose pareti che raggiungono quasi i cento metri di altezza.

Il percorso parte dal centro abitato di Ulassai, in prossimità del Laboratorio della Cooperativa Tessile Su Marmuri, e si sviluppa per 6 Km sull’altopiano di Tisiddu. Il sentiero Tisiddu è formato da due anelli, uno principale (circa 5,4 Km) e uno di diramazione (circa 1,2 Km) che si trova nella parte alta dell’altopiano (dopo circa 0,75 Km dall’inizio del percorso) e conduce alla cima più alta della zona, il Bruncu Matzeu.

Il percorso ha un’importanza naturalistica notevole grazie agli elementi botanici e paesaggistici presenti nell’area. Il sentiero può essere suddiviso in due parti, una parte dalla forte pendenza ed una parte più agevole caratterizzata da estrema praticabilità. L’elemento fondamentale del paesaggio sono i tacchi: alte rocce monumentali con pareti lisce e verticali.

Il percorso abbastanza agevole con una pendenza importante nel primo tratto. Una volta raggiunta la quota si procede in maniera abbastanza agevole percorrendo un sentiero nel cuore dei “Tacchi” per raggiungere la parte più bassa “scala” da dove si raggiunge nuovamente il centro abitato.

Durante il percorso previste soste in punti panoramici.

2° tappa  – Museo all’ Aperto Maria Lai:

Descrizione: Si raggiunge il centro abitato per dirigersi verso il sentiero Sa Tappara. Attraversando il paese si avrà modo di ammirare alcune tra le più importanti opere di Maria Lai: Il Volo del Gioco dell’Oca, Il Lavatoio con la Fontana che suona e presso la Chiesa di Sant’Antioco la “Via Crucis”.

3a tappa – Trekking sa Tappara:

Descrizione: Il sentiero nel tratto iniziale, circa 800 mt, ha il tracciato in comune con il sentiero “Maria Lai”. Il percorso si può dividere in due tratte: la prima (circa 1,7 Km) quasi interamente su sentiero e la seconda che chiude ad anello fino al punto di partenza (circa 0,6 Km) su strada asfaltata. Il tracciato è quindi percorribile in entrambe le direzioni (verso Nord in senso antiorario e verso Ovest in senso orario); esso ha inizio-fine nel centro abitato nei pressi dell’opera d’arte “Il lavatoio di Maria Lai e Nivola” la fontana che suona: una struttura di coppi in rame che, ordinati in due alti scivoli speculari, conducono il flusso delle acque verso un coppo unico, alla base del quale si riversa nelle dodici vasche sottostanti amplificando la melodica armonia dell’acqua che sgorga. Questo sentiero è caratterizzato da luoghi di interesse naturalistico e culturale.

Dai punti panoramici è possibile dominare la vallata del Rio Pardu con gli abitati di Osini e la costa orientale. Il percorso attraversa aree ad uso forestale, qualche area a pascolo e piccoli spazi orticoli arrivando infine in prossimità di un’oasi di protezione faunistica.

ll’interno del canyon si possono vedere le numerose vie per l’arrampicata che fanno di Ulassai una località conosciuta a livello internazionale per quanto riguarda l’arrampicata sportiva.

4° tappa – Cooperativa Tessile Su Marmuri:

Descrizione: Si rientra nel centro abitato e lo si attraversa in direzione del laboratorio Tessile della Cooperativa Su Marmuri lungo il percorso pedonale visiteremo le altre installazione del Museo all’Aperto: “La lavagna”, che reca incisa la scritta “l’arte ci prende per mano“, i piccoli “Libri di terracotta” pensieri sull’Arte, “Le capre cucite“.

Prima di riprendere le auto visita al Laboratorio Tessile della Coop. Su Marmuri, coop. tutta al femminile dove potremo conoscere le tessiture che trovano ispirazioni in molte delle opere e disegni di Maria Lai. La coop. Su Marmuri è la più “anziana” cooperativa femminile in Sardegna.

5° tappa – Museo Fondazione Stazione dell’Arte:

Museo che raccoglie le opere di Maria Lai. Struttura museale realizzata dal Comune di Ulassai nei locali ristrutturati della vecchia stazione ferroviaria, capolinea della dismessa linea ferroviaria Taquisara-Jerzu. Derivazione della linea Cagliari-Arbatax –Linea Turistica Trenino Verde.

Consigli utili e raccomandazioni:

Difficoltà: Media.

Possibilità di portare cani purché al seguito guinzaglio e museruola

Spostamenti in auto da Cagliari ad Ulassai in auto propria con costituzione degli equipaggi alla partenza.

Pranzo al sacco

Attrezzatura: scarpe da trekking, zaino comodo, riserva acqua almeno 1 litro (non troveremo acqua nei primi sei km, successivamente nessun problema di approvvigionamento presso le numerose fonti). Non indossare maglie che potrebbero impigliarsi ai cespugli ne pantaloni troppo leggeri per proteggere le gambe. Portare con se indumenti anti pioggia e anti vento.
La località presenta particolari condizioni climatiche per cui nell’arco della giornata possono verificarsi sensibili escursioni termiche.

Partenza da Cagliari:

Per coloro che partono da Cagliari l’appuntamento è alle ore 7,15 con partenza ore 7,30 in via Sassari, angolo Piazza Matteotti, lato ARTS/Ingresso parcheggi Ferrovie.

Altri appuntamenti per chi proviene da altre località o in maniera autonoma: ore 9.15 Bar Stazione Curcuda – Ulassai, bivio Ulassai/Perdasdegogu a circa km 1 dal centro abitato di Ulassai sulla direttrice S.P. Jerzu/Ulassai

Contributo:

Il contributo per i soci escursionisti è di 10 euro.

Il contributo non include il costo del biglietto per l’acceso al Museo della Fondazione Stazione dell’Arte. Costo biglietto ingresso visita guidata Stazione dell’Arte: intero 5,00 €, ridotto per gruppi > 10,  persone 3,00 € , 0-12 anni gratuito, 12 -21 anni 3,00 €, over 65 3,00 €.

Per maggiori informazioni e conferma (entro sabato mattina):

  • 338 3187899 – Roberto –> amicidisardegna@tiscali.it
  • 393 9701850 – Sergio –> magiadeitacchi@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *