C’è diossina a Macchiareddu e non solo!

Il Tribunale Amministrativo del Lazio ha intimato la sospensione dei lavori riferiti alla costruzione di muri sotterranei di contenimento voluti per arginare l’inquinamento causato da una sostanza altamente tossica e nociva la “diossina” che, da anni, è in atto a Macchiareddu presso lo stabilimanto della Syndial.
Tale allarmante problema riguarda anche l’area di Porto Torres.
Seveso non ci ha insegnato nulla?
Speriamo che la Regione e le ASL si attivino senza alcun indugio.
Non c’è altro tempo da perdere.
Infatti, da più parti, in questi anni si è cercato di sollevare il problema e di richiamare l’attenzione della opinione pubblica, dei media, delle Istituzioni e delle forze politiche, ma nulla di “credibile”è stato fatto.
Adesso non possiamo aspettare ancora!
Chi si deve muovere lo faccia subito perchè la situazione è VERAMENTE PERICOLOSA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =