Offesa per l’ambiente

Al nucleo NOE dei Carabinieri di Cagliari, al nucleo NOE di Sassari, al  Comando Stazione Carabinieri di San Teodoro, alla Capitaneria di Porto di Olbia, al Servizio Demanio della Regione di Tempio, Alla Direzione Regionale  del Corpo di Vigilanza Ambientale di Cagliari e al Corpo di Vigilanza Ambientale di Nuoro, al Ministero dell’Ambiente e all’Assessorato Regionale alla difesa dell’Ambiente, al Presidente della Regione Renato Soru  e a tutti gli organi d’infomazione.

 

 

Assurdo. Stasera una gara di moto fuoristrada

nella spiaggia de l’Isuledda a San Teodoro.

 

Cagliari 31 ottobre 2007

 

La nostra associazione è venuta a conoscenza che OGGI mercoledì 31 ottobre nella spiaggia dell’Isuledda a San Teodoro i disputerà una gara di moto fuoristrada organizzata dalla società BIKE VILLAGE SRL Via Mantegna 1/3 20030 Senago (Milano) con il patrocinio della Federazione Motociclistica Italiana e che inoltre nelle altre due tappe della gara  da San Teodoro a Fonni la corsa attraverserà il SIC (Sito di Interesse Comunitario) di  Monte Fumai in territorio di Orgosolo e probabilmente in altre aree SIC del Nuorese. 

Come è noto a tutte le autorità in indirizzo il transito di tutti i veicoli a motore è vietato su tutte le spiagge e ancora di più lo svolgimento di qualsiasi tipo di gara motoristica, che in primo luogo danneggia l’ambiente ed inoltre dà un’immagine negativa dei nostri litorali. Altrettanto dicasi per le aree SIC, cioè tutelate da precise norme e vincoli dell’Unione Europea come siti di interesse comunitario. (Appunto SIC). Parrebbe che la disputa della corsa sulla spiaggia sia stata autorizzata dal Comune di San Teodoro, che non è assolutamente competente a farlo i quanto le competenze sul Demanio Marittimo sono della Regione sarda (Assessorato Urbanistica) che non le mai trasferite ai Comuni.

Sono notizie peraltro ricavabili dal sito della manifestazione della società organizzatrice http://www.bikevillage.it/ che peraltro sul percorso della gara è molto avaro  di notizie.

Secondo altre notizie in nostro possesso la manifestazione non ha presentato alcuna documentazione sul percorso all’assessorato regionale  alla Difesa dell’Ambiente, cosa giustamente richiesta per ottenere il nulla osta per manifestazioni di questo genere, né tanto meno al Demanio Regionale di Tempio, competente per territorio per la spiaggia di San Teodoro, che comunque per legge non avrebbe mai potuto concedere la spiaggia per una gara di moto fuoristrada Pertanto ci chiediamo chi abbia potuto concedere le autorizzazioni alla corsa denominata Sardegna Adventure Off Road, organizzata dalla società BIKE VILLAGE SRL di Senago e quindi chiediamo un intervento urgente del Corpo di Vigilanza Ambientale di Tempio e di Nuoro, del Ministero, dell”Assessorato regionale alla Difesa dell’Ambiente e dei NOE dei Carabinieri, per controllare i nulla osta (se ne esistono) in possesso degli organizzatori e quindi impedire lo svolgimento della gara sulla spiaggia dell’Isuledda e il passaggio della corsa in itinerari non concordati ed autorizzati dall’assessorato regionale alla difesa dell’ambiente.

Il Presidente Amici di Sardegna

Prof. Roberto Copparoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =